Via Federica Spitzer è una realtà

Dal 27 gennaio 2016, la nostra idea di 15 anni fa è diventata realtà: la strada che fiancheggia la scuola è ufficialmente intitolata a Federica "Fritzi" Spitzer.

Che cos'ha a che vedere quello che ora sto per raccontare (il suo trasferimento a Lugano, n.d.r.) con i miei ricordi degli anni bui? Praticamente nulla, eppure tantissimo. Si potrebbe dire che i ricordi ne rappresentano il retroscena naturale. È una sensazione paragonabile a quella che prova chi se ne stava intirizzito all'ombra e tutt'a un tratto esce ai caldi raggi del sole: gusta il dolce tepore in modo totalmente diverso da uno che è stato al sole per lunghe ore."

Federica Spitzer, Anni perduti. Dal Lager verso la libertà, Locarno, A.Dadò Editore, 200, p.140